Quale cibo portare in un’escursione in montagna

Trascorrere qualche giorno disconnettendosi dal trambusto della città è senza dubbio un’esperienza gratificante, molto di più quando si opta per un’escursione per farlo. Ma avventurarsi in questo tipo di viaggio richiede una buona preparazione. Oltre a portare il tuo zaino ben preparato per la tua escursione, dovresti anche fare attenzione a scegliere il cibo giusto, che possa sopportare adeguatamente il viaggio e il calore rimanendo in buone condizioni. Se non sai da dove cominciare, qui ti spieghiamo quali alimenti portare in un’escursione in montagna.

Quale cibo portare in un'escursione in montagna

Potresti anche essere interessato a: Come pulire i sacchi a pelo

Consigli su quale cibo portare in un’escursione in montagna.

1 – Non importa se la vostra escursione dura un giorno o un mese, ciò che è veramente importante è pianificare molto bene i pasti da consumare e il cibo che è necessario, altrimenti corriamo il rischio di finire per portare cibo che non consumeremo più tardi, ma che occupano spazio e ci fanno andare molto più carichi del dovuto.

2 – Per i viaggi di un giorno, in cui non porterete utensili da cucina o passerete troppo tempo nel posto, ci sono diverse alternative nutrienti, che pesano poco e possono essere un buon cibo:

  • L’insalata di pasta, può sopportare il viaggio senza problemi ed è un buon cibo se la combini con proteine come il pollo o verdure assortite.
  • Salsiccia con pane, il classico panino è una grande opzione nutriente e non troppo pesante, che vi permetterà di fare il vostro viaggio senza problemi.
  • Il riso con prosciutto e verdure, tipo insalata, è eccellente anche perché può essere conservato senza problemi per diverse ore.
  • Il cibo in scatola è un’opzione semplice e veloce da mangiare durante un’escursione.

3 – Nel caso di escursioni più lunghe, che dureranno alcuni giorni, bisogna pensare a opzioni che non siano solo leggere, ma anche povere di grassi e non troppo diverse dalla nostra dieta abituale per evitare ripercussioni sullo stomaco. Se si fanno escursioni per più di tre giorni, si raccomanda di portare una pentola e del sale per condire i pasti. Si può optare per:

  • Salsicce per prendere il posto della carne e dare alla nostra dieta le proteine necessarie: prosciutto, tacchino, salsicce, salsicce, chorizos, ecc.
  • Riso bianco preparato senza condimento, al quale si aggiungerà in seguito un po’ di sale. È una buona opzione perché si conserva molto bene per giorni.
  • Pasta preparata senza sugo, alla quale si può poi aggiungere qualsiasi sugo che si è preso adeguatamente confezionato. Può essere conservato per diversi giorni senza essere danneggiato.
  • Zuppe in bustine, perfette per recuperare energia e riscaldare il corpo quando la temperatura scende.
  • Proteine in scatola come tonno, sardine, prosciutto, ecc.
  • Pane di segale, più calorico del pane normale.

4 – Gli spuntini sono un must della tua escursione, perché ti permetteranno di avere un po’ di energia quando non c’è tempo per fermarsi a mangiare. Gli elementi essenziali sono:

  • Noci: pratiche, nutrienti, soddisfacenti, occupano poco spazio e non pesano quasi nulla.
  • Cioccolato, per quando hai bisogno di recuperare energia velocemente.
  • Olive, ma solo nel caso di brevi escursioni in cui non abbiamo bisogno di tanto spazio.
  • Frutti che non pesano molto, come fragole, ciliegie o banane, tutti molto nutrienti.

5 – Naturalmente, tra gli alimenti da portare in escursione non dovrebbero mai mancare i liquidi, molta acqua, bevande isotoniche nel caso in cui si soffra di disidratazione, bevande al cioccolato per avere un po’ di energia e succhi di frutta nel caso in cui si voglia variare un po’.

Calcola la quantità in modo da non rimanere mai senza liquidi durante la tua escursione.

Se desideri leggere altri articoli relativi a Cosa portare in un’escursione in montagna, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Mestieri e tempo libero. Ricordate che per maggiori informazioni potete anche visitare i link sottostanti.

Leave a Reply